Trieste - Camminachetipassa

Vai ai contenuti

Trieste

Archivio foto > Foto 2011-2012

31 Marzo 1° Aprile 2012
Trieste Val Rosandra

Il nostro approccio con la città di Trieste inizia con la visita della Risiera di San Sabba e del suo Museo dedicato alla storia del lager nazista, situato nella città di Trieste, utilizzato per il transito, la detenzione e l'eliminazione di un gran numero di detenuti, in prevalenza prigionieri politici ed Ebrei, tappa doverosa perchè l'unico modo per fare in modo che questi tragici eventi non si ripetano è quello di non dimenticarli.
Ma naturalmente Trieste non è la Risiera di San Sabba, Trieste è una città bella, particolare, una città di confine che ha visto lo svolgersi di molti eventi storici, dall'Unità d'Italia, la prima e la seconda guerra mondiale, il fascismo e il nazismo, il difficile passaggio nel dopo guerra all'Italia, la guerra fredda e la caduta del muro.
Inviamo un caloroso grazie a Annalisa Cadel, la guida che con semplicità ma con accuratezza ci ha portati a visitare la città, spiegandoci come la storia abbia modellato il carattere eclettico, tollerante e molto Italiano dei cittadini di Trieste.
Il secondo giorno è stato di trekking, abbiamo percorso l'antica ferrovia che è stata trasformata in pista ciclabile e pedonale, circa dieci chilometri che dalle colline sopra Trieste ci hanno portati in Slovenia costeggiando la Val Rosandra caratterizzata da una struttura carsica che ci ha donato degli scorci veramente molto belli. Ritornati a Trieste abbiamo concluso la giornata prendendo la vecchia tramvia con un tratto a cremagliera che collega il centro di trieste con la frazione di Opicina, un gelato e poi il ritorno a Sesto Fiorentino.
Concludiamo con un grazie a Pierone che, come sempre, riesce a mescolare storia e natura nelle gite da lui proposte ed organizzate

Foto di Marco

Torna ai contenuti